Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Eleonora Daniele si racconta: dalla morte del fratello alla scomparsa del padre

Eleonora Daniele si racconta: dalla morte del fratello alla scomparsa del padre

Personaggi tv. Eleonora Daniele, il triste annuncio sul fratello: tanta commozione – Tutti i giorni entra nelle case degli Italiani con il seguitissimo programma di Rai Uno “Storie Italiane”. Stiamo parlando di Eleonora Daniele, una delle conduttrici più amate del piccolo schermo. La 46enne padovana si è raccontata in una lunga intervista al «Corriere della Sera»: Eleonora Daniele ha detto qualcosa in più sul suo privato, degli esordi e della carriera che le sta dando tante soddisfazioni.

Leggi anche: “Storie Italiane”, cos’è successo a San Valentino tra Al Bano e Loredana Lecciso: la confessione del cantante

Leggi anche: “Storie Italiane”, Eleonora Daniele con la voce spezzata dal dolore: “E’ morta una ragazza”

Eleonora Daniele si racconta: dalla morte del fratello alla scomparsa del padre

Tra i più grandi dolori di Eleonora Daniele quello di non avere più la casa di famiglia. Una sofferenza per lei: «C’era un glicine enorme in giardino, molto bello. Io e mio fratello Luigi ce ne stavamo spesso lì sotto… venderla è stato un dolore enorme, se potessi tornare indietro vorrei tanto salvarla». Parlando del fratello morto nel 2015 a 44 anni, la conduttrice non è riuscita a trattenere la commozione: «Mio fratello Luigi era autistico. Le famiglie che conoscono la disabilità devono fare fronte a grandi difficoltà, anche economiche: mio padre non aveva avuto scelta, ma ha molto accusato questa decisione. La sensazione per tutti è stata quella di vedersi portare via le radici. Ma serviva anche un posto comodo, più vicino al centro, dove mio fratello potesse essere seguito meglio. Era l’unica decisione da prendere». (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: “Storie Italiane”, Vladimir Luxuria confessa: “Avevo una pistola puntata alla tempia”

Leggi anche: “Storie Italiane”, Eleonora Daniele furiosa in diretta tv: cosa è successo

Eleonora Daniele

Legatissima alle sue origini, alla famiglia

Parlando della sua famiglia Eleonora Daniele ha detto: «Mia mamma è stata brava, ma ha molto sofferto la condizione di mio fratello. Mio padre, che era davvero innamorato di lei, si è sforzato per non perdere mai il sorriso, nonostante le difficoltà. E quindi era un sole. Ripeteva che il Signore dà la croce a chi la sa portare e, di fatto, ha tenuto unita questa famiglia, dandole molta stabilità, come solo un equilibrista saprebbe fare. È stata una figura determinante per me: lui e mia madre mi hanno insegnato la resilienza». Non c’era il mondo dello spettacolo tra i suoi sogni di bambina: «Volevo fare la maestra. In pratica volevo continuare a studiare. Ero molto brava a scuola, ma sempre per motivi economici non ho potuto andare all’università e ho dovuto iniziare a lavorare. Avevo 19 anni. Dover abbandonare quel mio sogno mi dava molta rabbia, anche se capivo le motivazioni. Negli anni, molto dopo, mi sono iscritta a Scienze della comunicazione e, dopo ancora, mi sono riscritta a Psicologia, sono al secondo anno». (continua a leggere dopo le foto)

Eleonora Daniele: il dolore per il fratello morto

«Lavoravo in banca ma ogni tanto mi chiamavano degli show room del posto, per fare l’indossatrice. Poi, un’emittente locale mi scelse per fare delle interviste in video. Del tipo: c’è Renato Balestra che fa l’ospite in un locale, vai a intervistarlo. Avevo un accento veneto che poi, molto tempo dopo, ho tolto solo dopo cinque anni di dizione. Ma mi pagavano un sacco, almeno in proporzione, cioè rispetto a quello che prendevo in quegli anni», ha raccontato la conduttrice al «Corriere della Sera». La svolta con il “Grande Fratello”: «Prima avevo lavorato come comparsa a “La sai l’ultima?”, con Gigi Sabani e Natalia Estrada, ma ancora credevo fossero esperienze momentanee: continuavo a lavorare in banca. C’era una mia collega che seguiva il “Grande Fratello” accanitamente e ricordo che pensavo fosse pazza per appassionarsi a quel programma. Non capivo il fenomeno. Poco tempo dopo mi sono presentata comunque ai provini». Il padre per lei sognava altro, una bambina. E la gravidanza è arrivata quando lui però era già morto: «La mia è arrivata in maniera naturale ma prima non solo non l’avrei voluta ma, a 20 anni o a 30 anni, non sarei nemmeno riuscita a gestirla. Ho avuto delle compagne che già al liceo erano diventate mamme, ma io non ho mai provato questo desiderio. Se non una volta superati i quaranta. Ma per buona perte della mia vita non pensavo che avrei avuto figli. Carlotta è un piccolo regalo del cielo». (continua a leggere dopo le foto)

Il rapporto della conduttrice tv con la fede

«Da quando mio padre se ne è andato via sento sempre la sua presenza vicino a me, per me è una specie di angelo custode. Non sono una credulona, ma ho avuto sensazioni molto forti e profonde, di una sua grande vicinanza. Ma anche la fede rappresenta per me un percorso: ho avuto un momento di crisi, in cui ho messo tutto in discussione», ha confidato Eleonora Daniele al «Corriere». Quando è successo? «Sicuramente nella sofferenza che accompagna la disabilità ci sono dei momenti in cui ti fai tante domande. Mio fratello aveva delle crisi molto violente: ho assistito a situazioni davvero faticose. Lì sono arrivata a non credere, a mettere in crisi tutto. Ma è la ricerca stessa di Dio, credo, che determina la tua fede. Io l’ho ritrovata nella comprensione di quello che ci circonda», ha concluso la conduttrice.

powered by Rossotech

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure