Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Allarme bomba a Milano, panico nel centro della città: trovati due ordigni artigianali

Allarme bomba a Milano, panico nel centro della città: trovati due ordigni artigianali

Alle prime ore della mattina di oggi, venerdì 9 settembre, nel centro di Milano un passante ha notato in via Larga un pacco sospetto e delle fiamme. Immediatamente l’uomo ha avvisato le Forze dell’Ordine che hanno emesso un allarme bomba. Gli artificieri giunti sul luogo hanno trovato due ordigni artigianali che sarebbero esplosi in brevissimo tempo. In pochi minuti la zona è stata transennata e il panico è dilagato per le strade: vediamo nel dettaglio che cos’è successo. (Continua a leggere dopo la foto)

Allarme bomba a Milano, panico nel centro della città: trovati due ordigni artigianali

Questa mattina, 9 Settembre 2022, è scatto un allarme bomba a Milano per un doppio ordigno incendiario in pieno centro, zona piazza Missori. Stando ad una prima ricostruzione da parte delle Forze dell’Ordine, ad essere presa di mira sarebbe stata la sede dell’agenzia viaggi Moby Tirrenia, a fianco all’ingresso del palazzo al civico 26 di via Larga, in cui ha sede anche il consolato libanese. Un passante ha visto una fiammata alta circa un metro e mezzo e ha dato l’allarme. Immediato l’arrivo dei soccorsi. Un secondo ordigno è stato disinnescato prima che esplodesse: sull’involucro c’era un biglietto con una scritta in arabo “Scatta fra tre minuti” e un numero di telefono.

L’area è stata transennata e presidiata dalla Polizia e dai Vigili del Fuoco fino al termine delle operazioni di brillamento compiute dagli artificieri. La circolazione di tram e autobus è stata sospesa. I due pacchi si sono rivelati essere ordigni incendiari artigianali, composti da batterie collegate da cavi e attivati con due temporizzatori. Al momento sono in corso delle indagini da parte della sezione antiterrorismo della Digos di Milano, coordinata da Alberto Nobili. La matrice del presunto attentato sarebbe legata a questioni relative all’immigrazione. (Continua a leggere dopo la foto)

premier

La visita di Enrico Letta a 100m dagli ordigni

L’allarme bomba è scattato proprio nella giornata in cui Enrico Letta era atteso per una visita elettorale presso il palazzo di Assolombarda, l’associazione delle imprese delle province di Milano, Lodi, Monza, Brianza e Pavia. La sede si trova a circa 100 metri dal ritrovamento del pacco sospetto. Per fortuna non c’è stato nessun problema per il segretario del Pd che alle 10.30 ha tenuto come previsto il suo incontro con gli imprenditori di Assolombarda.

“Piazzapulita”, Enrico Letta sbotta in diretta Tv: ecco cos’è successo

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure