Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Denise Pipitone, la madre non perde la speranza: «Lei c’è, fino a prova contraria»

Denise Pipitone, la madre non perde la speranza: «Lei c’è, fino a prova contraria»

Denise Pipitone

SOCIAL. Continua la lotta di Piera Maggio sul caso Denise Pipitone; Sua figlia è scomparsa quasi 20 anni fa ma lei non demorde e continua ad affermare: «Denise c’è, fino a prova contraria». Ora ha in serbo un’altro elemento che secondo lei prova la sua verità, cioè che Denise è viva e sta bene.

>> Caso Denise Pipitone, l’ex pm Angioni condannata ad un anno

denise pipitone anna corona

Caso Denise Pipitone: la madre non ha mai perso la speranza

Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo il 1° gennaio 2004. Aveva meno di 4 anni e da allora nessuno l’ha più rivista. Oggi sua mamma Piera Maggio, che non ha mai smesso di cercarla, anzi. La madre ha recentemente pubblicato un libro “Denise. Per te, con tutte le mie forze”. «Non è stato facile scrivere questo libro, che vi presento qui con molta emozione e un po’ di pudore. Ho dovuto vincere le mie resistenze, ma poi l’ho scritto. Per tenere viva la mia battaglia per Denise, che continuerò a combattere qualunque cosa accada, finché ci sarà una speranza. Ma anche perché in questi 18 anni, oltre all’assenza di mia figlia, ho dovuto subire accuse, dicerie, malelingue». Questo libro parla di una donna che non si abbatte e una mamma che non si arrende. E lo dimostra anche qualche giorno fa quando aprendo la cassetta della posto trova un elemento che per lei si riempie di significato.

Denise Pipitone tessera sanitaria

>> Caso Denise Pipitone, archiviata l’indagine contro un poliziotto

«Denise c’è, fino a prova contraria»

Piera Maggio non si da pace, continua a cercare prove sul caso Denise Pipitone. La bimba scomparsa ormai da quasi 20 anni è la fuori, dice, è viva ed «esiste». Questo la madre lo dichiara dopo aver ricevuto per posta una lettera speciale. Ecco infatti che la Maggio apre una busta arrivatagli per corrispondenza in cui dentro vi è la tessera sanitaria di Denise Pipitone. Un atto dovuto, semplice prassi della burocrazia italiana, che per la donna però assume un significato particolare. Infatti su Facebook la donna scrive: «Da una parte tanta amarezza, dall’altra lo Stato italiano ci fa sentire la presenza di nostra figlia… perlomeno con il codice fiscale che era in scadenza». La donna ha concluso: «Denise c’è, fino a prova contraria».

>> Denise Pipitone, le parole improvvise di Piera Maggio: l’annuncio è doloroso

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure