Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Kate Middleton, l’ospedale e la malattia: cosa si sa fino ad ora

Kate Middleton è stata ricoverata martedì 16 gennaio, presso l’ospedale privato della capitale britannica, per un’imprecisata operazione chirurgica all’addome. Nelle stesse ore Buckingham Palace ha annunciato che la prossima settimana Re Carlo si sottoporrà ad un intervento alla prostata. Queste due notizie stanno gettando nello sconforto il popolo inglese, preoccupati per le condizioni di salute dei reali. Ecco tutto quello che sappiamo sulle condizioni di salute della principessa del Galles e sui motivi del ricovero.

Leggi anche: Alice Campello, la confessione choc a Diletta Leotta sulla gravidanza

Leggi anche: Serie A in lutto: addio per sempre alla leggenda del calcio italiano

L’operazione di Kate, cosa sappiamo

Secondo la stampa britannica, quello a cui è stata sottoposta la 42enne Kate Middleton era un intervento programmato: la principessa è stata ricoverata alla London Clinic per un intervento addominale. Stando a quanto rivelato, l’operazione alla futura regina è andata bene e si ritiene che il motivo dell’operazione non sia collegato a un tumore. Pare però che questo intervento costringerà Kate a rimanere in ospedale circa 15 giorni e, come si legge su una nota di Buckingham Palace “sulla base delle attuali indicazioni dei medici, è improbabile che torni a svolgere impegni pubblici fino a dopo Pasqua“. Nonostante da palazzo fanno sapere che non c’è nulla di preoccupante, i sudditi restano in apprensione. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Uomo dichiarato morto resuscita in ambulanza: come è successo

kate middleton

L’ipotesi sulla malattia di Kate Middleton

Su quale sia la causa del disturbo che ha portato in ospedale Kate Middleton, però, c’è grande incertezza, dato che Kensington Palace non ha specificato il motivo. E anche per questo i giornali inglesi sottolineano che le cause possono essere molteplici. Il Dottor Martin Scurr, noto medico e opinionista, sul Dailymail ipotizza che Kate possa essere stata sottoposta a un’isterectomia, cioè alla rimozione chirurgica dell’utero. Oppure potrebbe trattarsi di un intervento per la rimozione di cisti ovariche. Secondo l’Express, l’intervento chirurgico, che può essere effettuato con diverse tecniche, “può alleviare i sintomi di vari disturbi addominali come lesioni, traumi o dolore causati da un’appendicite o da un’emorragia interna

I più comuni interventi di chirurgia addominale, sottolinea il quotidiano, includono infatti “la rimozione dell’appendice, della cistifellea e gli interventi su ernie addominali“. Poiché Kate è madre di tre figli non è escluso nemmeno che possa trattarsi di diastasi addominale, un problema che colpisce 3 donne su 10 dopo il parto. Probabilmente solo nei prossimi mesi capiremo quali sono le reali condizioni di Kate Middleton e la natura del problema di salute per cui è stata operata. Intanto per circa 4 mesi, indicati nella prognosi di Kate, la futura regina si limita a “scusarsi” per il “necessario rinvio dei suoi impegni, confidando di poterli recuperare quanto prima“. (continua dopo la foto)

kate middleton

L’operazione di Re Carlo

Nelle stesse ore in cui la principessa del Galles veniva operata, un comunicato ufficiale annunciava di un intervento programmato anche per Re Carlo. Il 75enne, stando alla nota di Buckingham Palace, “verrà sottoposto a un trattamento della prostata ingrossata. La condizione di Sua Maestà è benigna ed egli sarà ammesso in ospedale la settimana prossima per una procedura correttiva. I suoi impegni pubblici verranno rinviati per la durata d’un breve periodo di recupero“. Secondo alcuni, però, precisare la naturale causa dell’operazione del Re sia solo un tentativo per “sviare” l’attenzione da Kate. Eppure secondo la stampa internazionale si è trattato semplicemente di un modo per evitare qualsiasi possibile speculazione sulla salute dei reali.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure