Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“C’è posta per te”, abbandona il figlio a 11 anni e chiede perdono: finisce malissimo

News tv. “C’è posta per te”, abbandona il figlio a 11 anni e chiede perdono: finisce malissimo.Persone comuni che devono affrontare delle situazioni problematiche raccontano le loro storie, tentando di fare ammenda dei loro errori e sperando di riappacificarsi con i propri cari. Sono queste le caratteristie alla base del programma di Canale 5 condotto da Maria De Filippi. Ieri sera, 27 Gennaio 2024, è andata in onda una nuova puntata di C’è posta per te durante la quale è stata raccontata la storia di Caterina e Francesco. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: “C’è posta per te”, lo storico postino Marcello svela i segreti dietro le quinte

Leggi anche: “C’è posta per te”, il dettaglio da brividi su Maurizio Costanzo: tutti lo hanno notato

Leggi anche: “C’è posta per te”, Luana ama una donna ma la madre non lo accetta: interviene Maria

Leggi anche: “C’è posta per te”, il figlio perdona la madre ma scoppia l’ira del pubblico: il motivo

“C’è posta per te”, la storia di mamma Caterina e il figlio Francesco

La quarta storia raccontata nel corso della puntata di ieri 27 Gennaio 2024 a C’è Posta per te è stata quella di una madre, Caterina, che avrebbe voluto recuperare il rapporto con suo figlio Francesco, che non vede da otto anni. Il ragazzo, adesso 18enne, piuttosto ferito dal comportamento della madre, inizialmente sembrava non voler nemmeno ascoltare cosa avesse da dirgli, ma dopo un ripensamento, ha deciso di farla parlare. Nonostante tutto alla fine c’è stato un colpo di scena.

“Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva”

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure